“COSA” TI TATUI NON è COSì IMPORTANTE

 

ti sei incastrato la testa e non sai cosa tatuarti perché stai cercando il soggetto perfetto?
non ti arrovellare, probabilmente il soggetto non è la cosa più importante, pensa al contesto e poi tutto il resto verrà da sé ^_^

nell’articolo di oggi voglio parlarti dell’importanza del contesto quando siamo alle prese con la progettazione del disegno di un tatuaggio

il contesto è letteralmente tutto
il Contesto cambia letteralmente tutto

come il giorno e la notte in un giardino di una notte di mezza estate: non cambia niente in ciò che c’è, se non il contesto, la luce o la sua assenza e tutto cambia faccia, significato, emozioni, obbiettivo

e per farti vedere come tutto può cambiare cambiando il contesto ti racconto la storia di 12 quadri che ho realizzato: i miei segni zodiacali

 

Ho iniziato a studiare i segni zodiacali 2 anni fa solo con l’intento di disegnarli
io per disegnare le cose le devo capire
e quando poi le capisco, capisco anche quello che c’è sotto, capisco i sentimenti che ci sono dentro, e il risultato è che non riesco più a disegnare le cosine standard a cui siamo tutti abituati a pensare all’istante
non riesco a disegnare un’ariete, un leone, un toro, dei pesci, un’anfora e uno scorpione, solo perché è questo che hanno tutti in mente quando pensano ai segni zodiacali

No

mi son messa a studiare la psicologia arcaica che dicono essere legata ad ogni segno zodiacale e che ne definisce un tratto caratteriale
mi sono immedesimata in quelli che potrebbero essere i sentimenti di chi vive con quei tratti caratteriali e poi ho trovato il mio modo per rappresentarli

tutti e 12, tutti uguali e tutti diversi

 

Sai, c’è tutta una filosofia particolare legata all’antica Grecia che racconta i segni zodiacali come se fossero il viaggio dell’eroe:
12 tappe, 12 prove, 12 sfide, 12 obbiettivi, 12 diversi modi di sognare un mondo migliore, 12 diversi caratteri per tentare di ottenerlo e 12 diverse difficoltà che ci si parano davanti

il viaggio dell’eroe dei segni zodiacali: è a questa filosofia qui che mi sono ispirata per i miei disegni

e allora mi sono immaginata il mio eroe come un piccolo uccellino, simpatico, paffuto e irriverente
e l’eroe è sempre lui in tutti i 12 quadri, cambia solo contesto, cambia storia, vita, amori, problemi, sogni, passioni

come noi esseri umani: apparentemente tutti uguali, ma ognuno poi vive in un contesto sempre diverso

e allora partiamo
partiamo dall’ariete e andiamo avanti in ordine con toro, gemelli, cancro, vergine, leone, bilancia, scorpione, sagittario, capricorno, acquario e per finire con pesci


partiamo dall’ariete
il primo segno dello zodiaco è il simbolo del fuoco originario,
quello da cui tutto nasce, e l’ariete viene dominato da questo impetuoso impulso creatore e scintillante e carismatico
ed esplosivo e testardo, determinato a
incendiare tutto, dalla tenera e facile paglia,
ai difficili legni giovani e freschi e verdi: contagioso, testardo e

 

l’impetuoso fuoco dell’ariete adun certo punto poi
inizia a stabilizzarsi, quando incontra la terra, la sua fermezza e concretezza
il fuoco che tutto crea diventa malizioso e permaloso.
la stabilità del toro e la sua malizia danno la possibilità
al nostro eroe di iniziare a guardarsi dentro per scoprire mondi nuovi a cui prima non aveva acceso

 

 

 

 

il gemelli si sdoppia, trova un nuovo punto di vista e ondeggia in
balia una volta del punto di vista dell’occhio destro e una volta dall’occhio sinistro
pazzoide, lunatico, indeciso ma tanto simpatico

 

 

il nostro eroe capisce l’esistenza di nuovi mondi e con il segno del cancro inizia ad aver paura di lasciare il nido.
Insomma, la mamma è sempre la mamma.
siamo lì al sicuro tra le
braccia della Mamma, il mondo la fuori invece è un vero caos, pieno di stronzi e di merda da spalare
potremmo rimanere qui nel limbo ancora un po’ no? anziché impazzire la fuori

 

e invece no
arriva il segno del Leone
il nostro eroe prende coraggio, coraggio da vendere anche, spavalderia, autorità
va fuori nel Mondo e si scopre essere il leader che vorrebbe dominarlo
carismatico, solare, potente
il problema nasce quando tutto questo potere non è corrisposto
e arriva così la fine di agosto, il caldo torrido, la terra ormai è secca e sterile
siamo ancora in balia dell’esplosione onnipotente del leone ma tutto attorno è secco e arido

 

la psiche della vergine ondeggia tra il tutto e il niente e perdere il controllo
e cadere nel baratro è un attimo per questo poi la vergine è un’ossessionata perfezionista cagacazzi: perché così può tenere tutto sotto controllo

il Controllo ovviamente va a puttane nel momento in cui il Mondo ti mette davanti ad un’ingiustizia, un tradimento, un reato, una cosa che no, non doveva andare così

 

 

 

il senso del giusto e delle pari opportunità si insidia feroce e crea la psiche della bilancia, che si distrugge il fegato nel guardare il mondo di oggi che forse ne fa più di sbagliate che di giuste
e quindi che fare? ucciderli tutti? o uccidere se stessi?

 

 

 

o nascondersi nei meandri di una vita sotterranea che non
possa vedere niente o farsi vedere.
Lo scorpione.
L’unico animale che nel momento di crisi profonda si auto punge per autodistruggersi e smettere di sopportare. L’autolesionista per eccellenza, che spera in un mondo migliore, ma non lo vede. e si nasconde per non vedere. o non vede perché si nasconde?

 

 

 

 

chi invece ci vede bene forte e chiaro è il sagittario, che prende bene la mira sul bersaglio e punta la sua freccia dritta all’obbiettivo. qui inizia un punto di non ritorno. inizia un cambiamento da cui non si può più tornare indietro. il cavallo diventa uomo. la bestia diventa umana. la psicologia si divide e il carattere grezzo e animalo si intervalla alla saggezza e alla diplomazia.

 

 

saggezza e diplomazia, come quella dei monaci eremiti che vivono tra le montagne e si sacrificano per creare un mondo migliore. in silenzio, solitari, perché sulla vetta ci arrivano solo in pochi
solo in pochi sono così lavoratori stacanovisti da sacrificare vita sociale e libertà per rendere il Mondoun posto
migliore per gli altri, come i capricorno. e anche se fosse possibile anche per lui godersela un po’, no, è talmente testardo e determinato che non sarebbe possibile farglielo capire

 

 

e quando il duro lavoro è all’opera per creare un Mondo migliore ecco che il progetto va perfezionato da un architetto di sogni.
L’acquario. colui che prende l’acqua da terra e la Innalza al cielo. prende un progetto e lo rende epico, prende un’idea e la fa diventare una rivoluzione, un movimento, un impero. per condividerlo con tutti. nell’acquario l’IO è andato a farsi fottere e il mondo è diventato un tutt’uno, guidato da ideali utopici
e l’utopia si sa è pericolosa quanto il pessimismo. esagerare è un attimo e gli ideali di un mondo migliore diventano in un secondo le idee stabili di un tiranno.

 

e così il pesci si sottomette alla volontà del dittatore, traballa tra l’onnipotenza divina e il vuoto cosmico dell’inferno. È forse il Segno zodiacale più difficile da controllare dall’interno. i mondi si sdoppiano e si ribaltano in una danza infinita, un vortice che gira e crea il movimento perpetuo mentre tutto sembra rimanere fermo e immobile nello stesso punto. gira come una trottola ma poi in realtà rimane lì nello stesso punto. il punto di fine. il punto di inizio. lo stesso moto perpetuo che crea energia infinita. l’energia che tutto crea e che fa ricominciare tutto da capo, dall’Ariete, dal segno del Fuoco originario che tutto crea e che poi tutto distrugge.

 

 

Ecco:
12 mondi, 12 colori, 12 sentimenti, 12 storie, ma un solo piccolo tenero uccellino che cambia 12 facce, solo perché cambia contesto ^_^

Morale della favola?
se ti sei incastrato la testa e non sai cosa tatuarti perché stai cercando il soggetto perfetto: non ti arrovellare, probabilmente il soggetto non è la cosa più importante, pensa al contesto e poi tutto il resto verrà da sé ^_^

per capire bene che tono dare al tuo contesto intanto devi capire il significato che vuoi raccontare e puoi partire leggendo questi articoli: COSA MI TATUO? e IDEE PER NON ESSERE BANALI
poi scriverò un articolo per darti più indicazioni tecniche al riguardo, giocando con colori, tecniche grafiche, simbologia delle immagini, regole di composizione, disposizione dei soggetti e legami fra loro ^_^

 

con affetto, ma sempre irriverente

LADYSARA